Riassunto del progetto

La cucina e la ristorazione portano benefici per le economie locali e nazionali di tutta Europa. Essi generano profitti attraverso il turismo, stimolano altri settori economici e hanno un forte potenziale occupazionale in un'ampia varietà di posti di lavoro dal primo fino al più alto livello di qualifica, anche per i giovani. Si prestano bene alla mobilità del lavoro per la crescente importanza del turismo (anche transnazionale e transfrontaliero) e del pendolarismo. La maggior parte delle professioni culinarie più popolari - cuochi e chef - dipendono fortemente dalla formazione sul posto di lavoro e dall'esperienza internazionale per la qualità dei contenuti e la costruzione di competenze. Rimangono tuttavia degli ostacoli: la formazione professionale si limita prevalentemente all'istruzione secondaria; i sistemi educativi nazionali ed la formazione professionale regionale danno luogo a qualifiche e standard diversi nei diversi Stati membri; difficoltà nel convalidare i risultati di apprendimento acquisiti all'estero e basso numero di tirocinanti impegnati in mobilità.

Obiettivo generale

 Migliorare la qualità dell'offerta IFP nelle arti culinarie in base alle esigenze del mercato del lavoro e in vista dell'aumento dell'occupabilità dei giovani, della mobilità transnazionale e degli avazamenti di carriera.

L'obiettivo generale trasferisce gli obiettivi dell'invito a presentare proposte alla gastronomia a causa dell'elevato potenziale occupazionale delle professioni legate alla gastronomia e della loro importanza per l'ospitalità e il turismo. La prospettiva settoriale ha predefinito l'ambito geografico del partenariato del progetto: le organizzazioni di stakeholder provenienti da paesi che eccellono nelle tradizioni alimentari e nella relativa formazione - Francia, Italia, Spagna, Portogallo, Turchia e Bulgaria - devono attuare il progetto.

Obiettivi specifici

  • O1: Identificare i principali fabbisogni di competenze nelle arti culinarie e le conseguenti implicazioni in termini di miglioramento delle qualifiche IFP nei paesi del progetto

    O1: Identificare i principali fabbisogni di competenze nelle arti culinarie e le conseguenti implicazioni in termini di miglioramento delle qualifiche IFP nei paesi del progetto

    Attraverso la giustapposizione dell’offerta formativa esistente, dei profili professionali e delle competenze richieste dalle imprese, si crea il quadro per una nuova formazione professionale congiunta. In questo contesto devono essere delineate le modalità di riconoscimento dei risultati di apprendimento delle qualifiche in ciascun paese partecipante al progetto.

  • O2: Sviluppare una qualifica professionale nelle arti culinarie comune a tutti i partner di progetto

    O2: Sviluppare una qualifica professionale nelle arti culinarie comune a tutti i partner di progetto

    La realizzazione di questo obiettivo è una pietra miliare del progetto. Attraverso lo scambio di conoscenze, competenze e collaborazione, le organizzazioni partner svilupperanno un profilo a qualifica comune, un curriculum modulare basato sul WBL e sustandard di valutazione. La cooperazione internazionale garantirà l'idoneità alla mobilità transnazionale e la conformità con l'O1 - la prospettiva di riconoscimento a livello nazionale e l'accesso alla formazione continua.

  • O3: Creare una struttura di cooperazione sostenibile per sperimentare la qualificazione sviluppata congiuntamente

    O3: Creare una struttura di cooperazione sostenibile per sperimentare la qualificazione sviluppata congiuntamente

    Il rilascio congiunto della nuova qualifica si baserà sulla conclusione di (1) un accordo quadro attraverso il quale i partner distribuiscono tra loro la fornitura dei moduli di qualifica e (2) una dichiarazione d'intesa basata sul sistema ECVET per il riconoscimento reciproco dei risultati di apprendimento dei moduli. Il coinvolgimento delle organizzazioni dei datori di lavoro e delle organizzazioni settoriali in qualità di partner e partner associati garantisce, infine, l'occupabilità stabile dei diplomati nella qualifica.

  • O4: Avviare il riconoscimento della qualifica nei sistemi NQF dei paesi partner

    O4: Avviare il riconoscimento della qualifica nei sistemi NQF dei paesi partner

    Il successo dell'attuazione di O1, O2 e O3 (e delle attività principali associate) sarà finalizzato all'accreditamento della qualifica congiunta nei paesi partner. Il coinvolgimento delle autorità nazionali di IFP in qualità di partner associati sarà strumentale a tal fine. Poiché il processo potrebbe richiedere un'alterazione delle qualifiche professionali o dei regolamenti nazionali, il processo potrebbe non essere completato entro la durata del progetto.

  • O5: Gestire efficientemente il progetto

    O5: Gestire efficientemente il progetto

  • O6: Aumentare l'attrattiva dell'IFP

    O6: Aumentare l'attrattiva dell'IFP

  • O7: Garantire risultati di alta qualità

    O7: Garantire risultati di alta qualità

  • 1

Gruppi Target

I gruppi target di CULINART sono gli erogatori di IFP, le imprese, le organizzazioni settoriali e le organizzazioni ombrello nei settori della ristorazione, della ristorazione e del turismo, gli studenti dell'IFP - attuali e futuri, comprese le autorità di regolamentazione dell'istruzione e delle qualifiche nei paesi partner, nonché a livello comunitario in senso lato. I fornitori di IFP, le organizzazioni settoriali e commerciali e le autorità di regolamentazione dell'istruzione di Bulgaria, Spagna, Francia, Italia, Portogallo e Turchia cooperano in CULINART. La portata e la composizione del partenariato consentono di creare sinergie tra vari tipi di istituzioni.

Essi beneficeranno del progetto in vista di:

 maggiore pertinenza e attrattiva dell'istruzione e formazione professionale

 migliori opportunità di riconoscimento delle competenze acquisite sul posto di lavoro e di mobilità transnazionale per lavoro e studio

 partnership consolidate e competenze acquisite per una migliore focalizzazione e commercializzazione dei programmi di arte culinaria

 dimostrare la trasparenza e la comparabilità dell'istruzione e formazione professionale nel settore delle arti culinarie in tutta l'UE

 miglioramento delle prospettive occupazionali e di avanzamento di carriera nelle professioni culinarie. 

Impatto

  • Per gli enti fornitori di IFP il progetto porterà:

    Per gli enti fornitori di IFP il progetto porterà:

    - miglioramento della capacità di progettare qualifiche e curricula che includano prioritariamente il WBL e la mobilità transnazionale;
    - miglioramento della capacità di internazionalizzare la ricerca sulle competenze, lo sviluppo dei curricula e di impiegarle in un ambiente multinazionale;
    - miglioramento della capacità di orientare verso l’apprendimento continuo e sviluppo di percorsi di apprendimento flessibili per la transizione tra vari livelli di IFP, adattati alle esigenze specifiche degli allievi e del settore in questione (in particolare il settore culinario);
    - consolidamento di partnership e di competenze che consentiranno di indirizzare meglio i loro programmi culinari.

  • Per le imprese e le loro organizzazioni di settore il progetto offre:

    Per le imprese e le loro organizzazioni di settore il progetto offre:

    - migliori opportunità di riconoscimento delle competenze acquisite sul posto di lavoro (il WBL è un elemento essenziale in questo ambito lavorativo e indipendentemente dall'istruzione ricevuta, la maggior parte dei nuovi cuochi inizia ad un livello più basso per poi progredire);
    - percorsi di apprendimento più flessibili per il raggiungimento di competenze più elevate;
    - disponibilità di (potenziali) professionalità con competenze aggiornate - capacità, conoscenze e attitudini alla gastronomia (specialmente nelle questioni scientifiche e tecniche che solo pochi anni fa non avevano nulla a che fare con la cucina come professione).

  • Per gli studenti di IFP (e giovani in generale):

    Per gli studenti di IFP (e giovani in generale):

    - accesso a una qualifica collegata ad una professione con un potenziale occupazionale e imprenditoriale molto elevato;
    - riconoscimento della qualifica a livello transnazionale;
    - percorso per ulteriori studi in linea con le prospettive di sviluppo della carriera

  • Per le autorità responsabili dell‘Istruzione e Formazione e Qualifiche:

    Per le autorità responsabili dell‘Istruzione e Formazione e Qualifiche:

    - miglioramento della capacità di stabilire partenariati tra industria, istruzione, pianificazione e ricerca a sostegno dell'IFP, dell'occupabilità dei giovani e delle ricadute tra i settori occupazionali chiave nell'UE;
    - miglioramento della comparabilità, della trasparenza e del riconoscimento dei risultati di apprendimento dell'IFP e delle qualifiche nelle arti culinarie a livello transfrontaliero;
    - migliore attrattività e qualità dell'IFP

  • 1
×

Attenzione

Joomla\CMS\Filesystem\Folder::create: Non è stato possibile creare la cartellaPath: /home/krasimir/www/culin/cache/com_templates